In questi giorni la IIHS (Insurance Institute for Highway Safety) compie 50 anni e ci tiene a festeggiare dimostrando il lavoro che è stato fatto per la sicurezza delle auto.
Quale miglior modo che mostrare un crash test frontale tra un’auto d’epoca, una Chevrolet Bel Air del ’59, e una moderna, una Malibù ’09, per constatare la differenza di consueguenze per auto e occupanti?

Bello no? Peccato che, e qui mi piace fare il disfattista, il problema non sia così semplice. La differenziazione sempre maggiore dei vari modelli disponibili porta altre problematiche: cosa accade se le protagoniste dell’incidente sono di misure molto diverse? Eccovi un esempio.

Capite a questo punto che una vettura può essere al top come dotazioni di sicurezza attiva e passiva, come la Fiat 500 del filmato, che tutto viene vanificato dall’altezza delle protezioni incompatibile tra le 2 vetture.
Evidentemente, col dilagare di mode come opulenti SUV e piccole snob, qualche aspetto è stato trascurato.