In molti attendevano il ritorno della piccola roadster dell’elica ma (sorpresa ma neanche tanto…) ora è una cabriolet-coupé, la prima del marchio.
Il tetto, ripiegabile in 20 secondi netti, è costituito da una sottile copertura in alluminio diviso in tre sezioni.

In 20 secondi il gioco è fatto!
In 20 secondi il gioco è fatto!

Più lunga (+14 cm) e più bassa (-10 cm), si presenta con una linea rinnovata sportiva ma fine.
Con essa debutta la nuova nomenclatura della BMW per le trazioni posteriori: S-Drive23i, S-Drive30i e S-Drive35i.
Le potenze di ognuna sono 204, 258 e 306 cavalli per il biturbo, attuale top di gamma fino all’arrivo della M.

Soltanto sul più potente si potrà avere l’M-DCT con doppia frizione, mentre i restanti due propulsori saranno disponibili con i tradizionali manuale o automatico, entrambi a sei rapporti.
I numeri della più prestante sono i 250 km/h di velocità di punta e i 5 secondi netti per lo 0-100 col doppia frizione.
Manca però, come nella precedente generazione, l’offerta di motori con cilindrate più basse, come avveniva con la Z3. Ma girano voci di una probabile novità, identificabile come Z2. Staremo a vedere…


Per salvare le immagini cliccare qui.