Tra le varie novità presenti al Motor Show di quest’anno, una delle più interessanti è senz’altro la versione “incattivita” della Scirocco. L’esemplare mostrato è stato battezzato “Studie R” e prende molto dalla cugina competitiva che ha stravinto la propria categoria alla 24h del Nürburgring.

Esteticamente troviamo ampie prese d’aria sul muso, due sfoghi sul cofano, estrattore al posteriore, due scarichi ovali e uno spoiler sopra al lunotto.
Il colore proposto è il bianco, con particolari verdi e rossi, come tributo alla bandiera del paese che ospita l’anteprima. Il motivo del tricolore lo ritroviamo anche all’interno, sulla tappezzeria nera e bianca con cuciture rosse e verdi.
Numerosi poi gli inserti in carbonio e compare qua e là la scritta “Bologna ‘08“.

Magari un po' tamarra, ma almeno è in buona compagnia!
Magari un po' tamarra, ma almeno è in buona compagnia!

Veniamo ora al motore: abbinato al DSG a 6 rapporti, trova spazio sotto il cofano lo stesso 2.0 TFSI che spinge l’Audi S3 ma che qui eroga 270 cavalli.
Il messaggio è chiaro: questo è il punto di partenza per la Scirocco “con le palle”, quella che tutti si aspettavano battezzata R32, ma che ormai pare delinearsi come R20T: addio 6 cilindri aspirato, il downsizing porta un bel 4 cilindri turbocompresso.
Unico rammarico: la trazione integrale sarebbe stata cosa gradita.


Per salvare le immagini cliccare qui.