Quando, poche settimane fa, vi parlai della corsa alle berline-coupé, non immaginavo nemmeno lontanamente che anche Lamborghini avesse in programma di entrare in questa nicchia…e che ingresso ragazzi!
Il toro di Sant’Agata irrompe con l’Estoque (nome della spada con cui il torero infligge il colpo di grazia al toro alla fine della corrida), una super ammiraglia lunga 5,15 metri, con il motore abilmente sistemato dietro all’asse anteriore per favorire l’handling e il frontale che s’ispira al grugno incazzoso di Reventòn e Gallardo LP560-4.

Come vestire un demonio in smoking...
Come vestire un demonio in smoking...

All’interno soltanto 4 posti, ma caratterizzati da sedili ultra avvolgenti e circondati da materiali pregiatissimi, mentre all’esterno sfoggia, su un’altezza di soli 135 cm, una sinfonia di spigoli taglienti e muscoli minacciosi, corredati da cerchi monumentali da 22 e 23 pollici.
Sulla propulsione poco si sa: il motore più quotato pare essere il 10 cilindri della LP560-4, ma in rete si trovano voci di un V8 turbo-compresso se non un V8 ibrido o, ahimè, un TDI particolarmente prestante, ereditato da mamma Volkswagen.

Previsto il debutto sulle strade nel 2010, iniziano i mormorii: è immorale una berlina Lambo? Beh, premettendo che diesel lo sarebbe certamente, bisogna considerare il quando e il come: in questo momento particolare in cui ogni costruttore cerca nicchie da occupare, la Lamborghini si trova, in questo caso, a confrontarsi con avversari di tutto rispetto come Porsche (conflitto d’interessi?) e Aston Martin.
Ma quello che veramente importa è che, anche se la casa bolognese cede e segue la corrente, lo fa mantenendo il proprio stile, senza piegarsi per realizzare una berlina elegante e magari bolsa, e anche se questo si adatta certamente meno a una non-sportiva, salvando così i propri ideali di “ultimi ragazzacci” dell’automobilismo.
A meno che non ci sia un secondo fine, un primo passo per muoversi verso un’inedita coupé con motore anteriore, come in rete qualcuno sostiene…


Per salvare le immagini cliccare qui.

In rete le voci poi si moltiplicano, e si parlava già della risposta Ferrari. Ha risposto immediatamente il caro Montezemolo, chiarendo che fino a quando ci sarà lui alle redini del Cavallino, non ci saranno vetture con quattro porte, per quelle c’è già la Maserati!