Dopo due anni l’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola ha riaperto, e l’evento che l’ha inaugurato è stato una tappa del campionato WTCC.
Le vetture coinvolte, molto probabilmente, le conoscete: la Seat Leon 2.0 TDI (con tra i piloti il nostro Tarquini), la Chevrolet Lacetti (con Larini), la Lada 1106 della scuderia Russian Bears e, dulcis in fundo, la BMW 320si.
Sono numerose le scuderie che schierano le vetture del marchio bavarese, tra questi il BMW Team Italy-Spain, che conta tra le sue guide il pilota più amato: Alessandro Zanardi.

No ragazzi, io sono quello senza tuta.
No ragazzi, io sono quello senza tuta...

Sebbene il bolognese non abbia avuto fortuna nell’automobilismo noto a noi europei quanto oltre oceano, vanta un notevole seguito grazie alle sue “doti umane” che, nonostante l’handicap indubbiamente limitante, gli hanno permesso non solo di continuare l’attività agonistica a livelli di tutto rispetto, ma soprattutto di diventare un esempio, se non un idolo, per i diversamente abili ma anche per i non.
Mi ha fatto quindi infinitamente piacere avere la possibilità, durante il sabato delle qualifiche, di stringergli la mano e scattare una foto con lui, che si è dimostrato ancora una volta cortese e simpatico con tutti, firmando autografi e scambiando qualche parola, nonostante il weekend “lavorativo” non stesse procedendo nel migliore dei modi.
(Se, in futuro, vi capita di vedere un filmato in cui Alex pronuncia le fatidiche parole “ITALIA UNO”, sappiate che l’ha filmato il sottoscritto, con la videocamera del ragazzo con cappello nero e maglia gialla ripreso con lui!).


Per salvare le immagini cliccare qui.

Durante la giornata ho ovviamente scattato qualche foto e filmato alcuni momenti. Una delle cose che mi è rimasta impressa è la silenziosità dei motori diesel, nella fattispecie quelli della Leon TDI. Mi sono tornate alla mente le dichiarazioni dei primi piloti dell’Audi R10 TDI per la 24 Ore di Le Mans, che si lamentavano di non sentire i giri del motore.
Il filmato che segue ne è la dimostrazione: le prime due auto che sfilano davanti ai box sono una Lada 1106 e una Chevrolet Lacetti, entrambe alimentate a benzina, mentre la terza è, per l’appunto, una Leon Diesel che, mentre al minimo mantiene il solito rumore da trattoraccio, alle alte velocità si limita a emettere un sibilo.

Ho realizzato altri filmati, alcuni dei quali li potete vedere cliccando qui di seguito: mostrano ancora sequenze delle WTCC e delle categorie di contorno, ovvero la Formula Master e la Porsche Cayman Cup.