La Ford Focus è uno dei modelli con più successo nel nostro paese, grazie soprattutto a un rapporto qualità/prezzo capace di sbaragliare la concorrenza. Non dimentichiamo però che quest’auto vanta un curriculum rallistico di prim’ordine e si appresta, per la seconda volta, a portare questi sapori anche al cliente finale. Eccoci quindi a dover fare i conti con la più agguerrita delle Focus: la RS.

Ford Focus RS 2009
Ford Focus RS 2009

Attualmente viene presentata soltanto come concept, ma le differenze, al definitivo debutto, saranno ben poche per questa compatta dall”aspetto tutt’altro che rassicurante: i designer dell’ovale blu l’hanno infarcita con tutti i particolari racing possibili, alcuni necessari e altri no, come le prese d’aria sul cofano, il mascherone infinito, il prominente alettone, l’estrattore sotto il paraurti e i sedili sportivi Recaro.
Le immagini che la ritraggono verniciata color verde ramarro ormai si sprecano, ma siamo tutti certi che il risultato con l’arancione “fastidio” tipico della sorellina ST non cambierebbe.
Tutti vogliono ovviamente sapere cosa si celi sotto il cofano, presto detto: un 5 cilindri Duratec da due litri e mezzo turbo compresso, capace di 280 cavalli e 400 Nm di coppia, giusto per far intendere che non esistono solo Lancer e Impreza. Questo propulsore consentirà alla Focus di raggiungere i 100 orari da fermo in circa 6 secondi e la sua coppia sarà limitata elettronicamente nelle prime tre marce.


Per salvare le immagini cliccare qui.

Difetti? Beh, uno grosso: l’unica trazione disponibile sarà quella anteriore. La casa giustifica ciò con la motivazione della riduzione dei pesi, mentre i più maliziosi ci vedono lo zampino del contenimento dei costi.
Dopo diverse apparizioni, siamo tutti in attesa di conoscere tempi e prezzi per quest’adrenalinica creatura, attesa per gli inizi del 2009.
Ah sì, dimenticavo: la Ford ha dichiarato che la Focus RS, sul circuito di handling di Nardò, ha ottenuto gli stessi crono della nuova Ferrari California. Di questi tempi, in cui va di moda spararla grossa, permettetemi di dubitare.